Archivi della categoria: Discorso

“Ammirabile segno”
22-12-2019

L’allestimento del presepe, più che un appuntamento annuale, è un avvenimento spirituale. “Rappresentare l’evento della nascita di Gesù – scrive papa Francesco nella lettera apostolica Admirabile signum – equivale ad annunciare il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio con semplicità e gioia. Il presepe, infatti, è come un Vangelo vivo, che trabocca dalle pagine della Sacra Scrittura”. Allestire il presepe è un esercizio di “fantasia creativa”, che impiega i materiali più disparati per dare vita a piccoli capolavori di bellezza. Comporre il presepe è una maniera genuina di comunicare il Vangelo: è un processo di trasmissione della fede – dai genitori ai figli, dai nonni ai nipoti – che invita a “servire” la povertà del Figlio di Dio nei fratelli più bisognosi. (…)

La sinodalità delle Chiese che sono in Umbria – Collevalenza, 6 giugno 2019
06-06-2019

La sinodalità esprime il mistero della Chiesa come comunione, sia nella sua dimensione spirituale, sia sul piano dinamico dell’agire. Prescindendo da un esame delle fonti della nozione di sinodalità, da uno sguardo sulle sue realizzazioni storiche, dalle sue applicazioni ai diversi livelli della vita ecclesiale e dalla sua specificità rispetto ad altri concetti affini, come quello di collegialità, occorre sottolineare che essa è venuta alla ribalta nella teologia cattolica dopo il rinnovamento operato dal Vaticano II…………..

Relazione tenuta alla Giornata di Santificazione Sacerdotale a Collevalenza

“Dov’era la Madre del Signore a Pasqua?” Editoriale Gazzetta di Foligno
21-04-2019

Sebbene nei Vangeli non si trovi alcun racconto dell’apparizione del Risorto a sua Madre, la devozione popolare ha sempre celebrato questo evento, chiamandolo “Rinchinata”. Come è possibile che Cristo sia apparso a tutti eccetto che a Maria, “Agnella senza macchia”, Madre dell’Agnello immolato? Dove era il mattino di Pasqua?

“Di ritorno dal Sinodo dei Vescovi” – editoriale per la “Gazzetta di Foligno”
31-10-2018

È stato per me un dono immenso prendere parte, come padre sinodale, alla XV Assemblea ordinaria del Sinodo dei vescovi. L’esplorazione, cum Petro et sub Petro, di una delle frontiere più impegnative della vita pastorale – I giovani, la fede e il discernimento vocazionale –, mi ha permesso di fare una forte esperienza di collegialità episcopale.

“Ero straniero” – editoriale per la Gazzetta di Foligno
05-08-2018

Ero straniero…   La moltitudine immensa di persone che emigrano forzatamente per fuggire dalla guerra e dalla miseria, senza sapere dove finirà la loro triste avventura, è un fenomeno sociale e umano di enorme impatto, che va misurato col respiro della grande storia. Purtroppo, non è facile affrontare questo problema senza correre il rischio di essere considerati di parte; ma è impossibile stare sopra le … Continua a leggere “Ero straniero” – editoriale per la Gazzetta di Foligno
05-08-2018
»