CERCA NEL SITO
» Home » Zone Pastorali »  Zona Pastorale "Valle del Menotre - Montagna"

Parrocchia Parrocchia di San Elena in Annifo

Indirizzo: Fraz. Annifo - , 06034 FOLIGNO (PG)
Zona pastorale : ZONA PASTORALE VALLE DEL MENOTRE - MONTAGNA
Note:
Notizie accurate sull’origine di Annifo (Andifum) ci dicono che “il profilo plurale dell’insediamento annifano” va posto tra il 1114 e il 1295. Va notato che il territorio di Annifo, dal punto di vista politico, appartenne al Comune di Foligno fin dal XIII secolo e furono i folignati a costruire un “casserum in castro Sancti Petri” di Annifo nella prima metà del Trecento. “Tra le varie chiese che sorgevano sul colle dell’Annifo forse la più importante era quella di S. Pietro. Faceva parte della pieve di Cassignano”. Uno storico precisa che quasi tutte le chiese di Annifo (S. Elena, S. Niccolò, Misericordia, S. Lorenzo, S. Giovanni di Talogna) “appartennero fin dalla fondazione alla diocesi di Nocera”; invece la chiesa di S. Maria di Villalba, oggi scomparsa, appartenne per metà alla diocesi di Nocera e per l’altra metà alla diocesi di Foligno, e questa divisione fu applicata anche alla chiesa di S. Pietro di Annifo, almeno nel XVI secolo. La chiesa parrocchiale è dedicata a S. Elena; rinnovata nelle sue strutture nel 1720, fu semidistrutta dal terremoto del 1747, riconsacrata dal vescovo di Nocera nel 1750; distrutta pressoché totalmente dal terremoto del 1997, ricostruita successivamente e inaugurata nell’agosto del 2008. Soltanto nel XX secolo (1937, 5 giugno) la parrocchia di S. Elena in Annifo fu annessa alla diocesi di Foligno. Nel 1940 questa parrocchia contava 587 anime; ora, pur dopo l’annessione di alcune parrocchie circonvicine, ne conta di meno, 350. In realtà, nel 2010, gli abitanti del solo paese di Annifo sono poco più di 200, e, come avviene per diversi altri insediamenti della montagna folignate, prevalgono gli anziani. Questa situazione demografica comporta il mantenimento delle antiche e forti tradizioni devozionali, le quali però, anno dopo anno, vedono diminuire i devoti. La maggioranza della popolazione è costituita da coltivatori diretti, dediti soprattutto alla zootecnia. Il patrono del paese è S. Celestino dal 1778, cioè da quando il corpo di questo martire venne portato da Roma ad Annifo, per indulto del papa Pio VI. I più recenti parroci di Annifo sono stati Don Ugo Carduccini e Don Dino Ambrogi; attualmente è parroco, dal 1987, Don Flavio Orazi. Va infine ricordato che nei confini della parrocchia di Annifo sono venerati due santuari: quello di S.Pietro e quello della Madonna del Piano. Purtroppo il terremoto del 1997, che ha distrutto completamente la chiesa di S. Elena in Annifo, ha lesionato molto seriamente altre chiese appartenenti a questa parrocchia: quella della ex parrocchia, estinta nel 1986, di S. Fortunato in Cassignano, e quella di S. Maria Giacobbe in Arvello; la chiesa di S. Andrea a Cariè è crollata; si è salvato invece il santuario della Madonna del Piano. La parrocchia di S. Stefano in Fondi, estinta nel 1986, fu inserita in quella di Annifo, ma pastoralmente è servita dal parroco di Capodacqua. In tutti questi insediamenti si sta verificando lo spopolamento: particolarmente grave quello di Cariè.


Gli Incarichi
Don FLAVIO ORAZI Parroco





  CREDITI  DIOCESI DI FOLIGNO . Curia vescovile . Piazza Mons. Faloci 3 . 06034 FOLIGNO [PG] . tel. 0742 350473 . fax 0742 349021 . e-mail: info@diocesidifoligno.it
Facebook  Twitter  Google +