CERCA NEL SITO
» Home »  Parrocchie

Parrocchia Parrocchia di San Ansovino in Casenove

Indirizzo: Loc. Casenove - , 06034 FOLIGNO (PG)
Zona pastorale : ZONA PASTORALE VALLE DEL MENOTRE - MONTAGNA
Tel: 0742 632116
Note:
Di S. Ansovino di Collecasura o Colle Casulo si fa menzione nel 1255. Ben presto, all’agglomerato di case intorno a S. Ansovino si aggiunse la frazione di Spiazza; ambedue fecero parte ecclesiasticamente della pieve di Scopoli e, civilmente, del castello di Serrone. In età moderna si creò la parrocchia di Casenove; l’attuale chiesa di S. Ansovino risale al 1686; essa è stata soltanto benedetta e non consacrata. Gli abitanti di questa parrocchia erano, agli inizi del secondo decennio del XX secolo, 264 (in 74 famiglie); nel 1985 erano scesi a 145; nel 2010 si aggirano intorno ai 200, aggiungendo però agli abitanti di Casenove anche quelli delle piccole comunità limitrofe. È evidente lo spopolamento. Dal punto di vista pastorale, i parroci che nel XX secolo hanno caratterizzato la vita della comunità di Casenove sono stati soprattutto due: Don Salvatore Giuliani (1938-1955) e Don Flavio Orazi (1956-1987). Durante il mezzo secolo della loro cura pastorale, essi hanno ottenuto un’encomiabile e vasta partecipazione di uomini e donne alla vita della parrocchia Dal 2008 parroco di Casenove è Don Gianluca Antonelli, il quale molto generosamente ha accettato, nel 2011, anche la cura della comunità parrocchiale di Scopoli. Durante il parrocato di Don Salvatore Giuliani avvennero alcuni tristi episodi tipici del passaggio degli eserciti in guerra; soprattutto il paese di Casenove fu colpito da rappresaglie, sequestri di persone, distruzione di case: non fu il solo paese a soffrirne, ma ne soffrì più degli altri. Giorno nefasto fu il 18 giugno 1944, quando i soldati tedeschi, per vendicare l’uccisione di due loro commilitoni, bruciarono le abitazioni di Casenove e sequestrarono più di venti uomini, i quali riuscirono a salvarsi e ciò fu considerato un miracolo; questi uomini decisero di compiere, ogni 18 giugno, un pellegrinaggio di ringraziamento al Santuario della Madonna delle Grazie di Rasiglia. La parrocchia di Casenove incluse nel 1986 ben sei ex parrocchie e comunità: S. Giovanni Evangelista in Franca, S. Maria Assunta in Serrone, S. Martino in Leggiana, S. Mauro in Volperino, S. Nicolò in Acqua Santo Stefano, S. Rocco in Barri. Il compito che la pastorale si prefigge, già dal 1986, è quello di creare unità pastorale tra questi diversi paesi, ostacolando il risorgere di vecchi campanilismi e piuttosto favorendo quella comunità più ampia che si realizzerà in un prevedibile futuro. Tra tutti gli edifici sacri delle sei ex parrocchie e comunità, ormai unite a quella di Casenove, spicca quello di Serrone già ornato di un vero tesoro d’arte, la tela intitolata “Bottega di San Giuseppe”. Notevole anche la chiesa di S. Mauro (o S. Marone, S. Maroto) di Volperino, dedicata al fondatore della chiesa cristiano-maronita del Libano. È bello ricordare che alcune reliquie di questo santo furono restituite al Libano dal vescovo di Foligno Arduino Bertoldo nel gennaio 2000, e furono accolte con grande commozione dalla cristianità libanese.


Gli Incarichi
Don GIANLUCA ANTONELLI Parroco





  CREDITI  DIOCESI DI FOLIGNO . Curia vescovile . Piazza Mons. Faloci 3 . 06034 FOLIGNO [PG] . tel. 0742 350473 . fax 0742 349021 . e-mail: info@diocesidifoligno.it
Facebook  Twitter  Google +