CONFRATERNITE

La Confraternita è un’associazione di fedeli con scopi di pietà e carità. Le norme di riferimento si trovano nel Codice di Diritto Canonico, al Titolo V “Le Associazioni dei fedeli” (CIC 298-329). È riconosciuta dall’Autorità Ecclesiale competente, il Vescovo diocesano, ed è composta da fedeli laici; è aperta a tutti coloro che intendano impegnarsi in questa particolare forma di associazione per crescere nell’esperienza di fede e lavorare per il bene comune.

>> Confraternita della Madonna del Pianto (o di San Leonardo)

La Confraternita di San Leonardo, sorta in Foligno nel 1614, si aggregò nel 1618 alla Confraternita romana della Madonna del Pianto. Ben presto la devozione alla Madonna del Pianto sovrastò su quella di San Leonardo. La Chiesa della Confraternita fu distrutta dai bombardamenti del 1943, per cui il titolo di Santuario della Madonna del Pianto passò alla vicina chiesa di Sant’ Agostino, appartenente al Seminario diocesano. La devozione alla Madonna del Pianto è sempre cresciuta dal Seicento ai nostri giorni.

Sede: Santuario della Madonna del Pianto

Governatore: Angelo Mancini
Camerlengo: Pierdomenico Clarici
Segretario: Virgilio Agneletti
Cappellano: Mons. Giuseppe Bertini

>> Confraternita dell’Oratorio del Buon Gesù

Fu fondata nel 1571 dal Ven. Giovanni Battista Vitelli, animatore della spiritualità cittadina e iniziatore della moderna pastorale giovanile, sull’esempio di San Filippo Neri. I primi confratelli furono laici e sacerdoti, ma poi, tra Settecento e Novecento, prevalsero i sacerdoti: le tre chiese che facevano capo all’Oratorio furono distrutte dai bombardamenti del 1944.

Sede: Via Gentile da Foligno, 7

Legale rappresentante   Don Antonio Ronchetti

Consiglieri eletti dal clero diocesano (dal 01.10.2018 al 01.10.2023)
Don Antonio Ronchetti
Don Cristian Bogdan
Don Gianluca  Antonelli
Don Giovanni Zampa
Mons. Luigi Filippucci
Mons. Giovanni Nizzi (primo dei non eletti)
Dott. Paolo Francesco Fiordiponti
Avv. Paolo Salari
Dott. Giovanni Stefanecchia

>> Confraternita della Misericordia (detta S. Giovanni decollato)

La medievale Confraternita della Misericordia si aggregò nel 1556 all’ Arciconfraternita romana di San Giovanni decollato dei Fiorentini, per cui ebbe doppio titolo. Dapprima ebbe sede nel rione delle Puelle, ma poi nel 1569 si trasferì nell’attuale chiesa nel rione della Mora. Il suo scopo primitivo fu quello di assistere i poveri giustiziati; ma nel 1896 il fine della Confraternita si ampliò e divenne quello di “coltivare lo spirito della religiosa pietà e della beneficenza cristiana”, oltre alla mutua assistenza tra i confratelli e alla partecipazione alle onoranze funebri.

Sede: Casa Serena di Capodacqua

Legale rappresentante: Mons. Giovanni Nizzi

>> Confraternita del SS. Crocifisso

Fu eretta nel 1570 in un locale presso la ex-chiesa di San Domenico (oggi Auditorium) dove poi sorse l’attuale chiesa, esempio importante di barocco. La spiritualità di questa Confraternita fu segnata dall’animazione di un sacerdote diocesano, Giovanni Battista Scafali, di cui il gesuita P. Francesco M. Galluzzi pubblicò la vita nel 1725. L’immagine del Crocifisso, appartenente a questa Confraternita fu portata più volte in processione nella sera del Venerdì Santo e fu particolarmente venerata in occasione di pericoli gravi per la città.

Sede: Curia Vescovile

Legale rappresentante: Mons. Giovanni Nizzi

>> Confraternita di S. Giuseppe e della SS. Trinità

Nel XIII secolo esisteva nella chiesa di San Giacomo la Confraternita della SS. Trinità e di San Giuseppe, eretta dai falegnami e da altri artigiani folignati; nel 1616 fu trasferita nella chiesa di Santa Margherita, dove attualmente si trova. Questa Confraternita, poco frequentata, si è distinta soprattutto per le iniziative di culto in onore di San Giuseppe.

Sede: Curia Vescovile

Legale rappresentante: Mons. Giovanni Nizzi

>> Confraternita della Carità dei Preti

Fu eretta nel 1330, nella Cattedrale di Foligno, dal canonico Corradino Trinci “collo scopo tassativo di distribuire il reddito di essa fra dodici preti, ai quali impose l’obbligo di certe determinate funzioni”(Mons. Faloci). Nel 1913, un decreto del Vescovo Mons. Giorgio Gusmini stabilì che i membri di questa Confraternita coincidessero con i membri del Capitolo della Cattedrale.

Sede: Curia Vescovile

Legale rappresentante: Mons. Venanzo Peppoloni

>> Confraternita di Maria SS. ed Anna del Suffragio

In origine, nel 1521, questa Confraternita si chiamò di Sant’Anna del Suffragio e aveva soprattutto lo scopo di pregare per le anime del purgatorio. I fondatori furono mercanti di seta provenienti da Bergamo. Quando nel 1707 si ebbe l’aggregazione all’ Arciconfraternita di S. Maria del Suffragio in Roma, questa Confraternita folignate cambiò nome e si chiamò “di  S. Maria ed Anna del Suffragio”. La chiesa subì gravi danni dai bombardamenti della seconda guerra mondiale e dal terremoto del 1997, ma è sempre risorta e oggi mostra ancora grande bellezza architettonica.

Sede: Caritas Diocesana

Legale rappresentante: Diac. Mauro Masciotti

>> Confraternita della Buona Morte

Fu istituita nel 1556 presso la chiesa di Sant’ Apollinare, allo scopo di seppellire con dignità i morti. Nello stesso anno fu aggregata all’ Arciconfraternita dell’Orazione in Roma, detta anche della Morte. Nel 1913 in Sant’ Apollinare si celebrava la S. Messa e si facevano preci per i defunti; tipico era il Novenario dei morti a novembre.

Sede: Curia Vescovile

Legale rappresentante: Mons. Giovanni Nizzi